Italiano

La fondazione “Vakantieorkest Ad Hoc” fu fondata nel 1988 in occasione del venticinquesimo anniversario della “Union of Cities of Orange” (Diest in Belgio ,Dillenburg in Germania, Orange in Francia and Breda in Olanda). In onore dei festeggiamenti, le città appartenenti alla Union City of Orange furono invitate nel sud della Francia alla fine delle vacanze estive nel 1988, la delegazione con base a Breda fu accompagnata da una orchestra formata per l’ occasione (da qui il nome “Ad Hoc”) da elementi di varie societa’ musicali della regione di Breda.

Le performance di Ad Hoc furono molto apprezzate e da qui nacque l’ idea di formare ogni anno una orchestra e di andare in tour in una citta’ europea. Da allora Ad Hoc ha dato concerti in Italia, Germania, Rep. Ceca, Ungheria, Polonia, Lussemburgo. La maggior parte dei tour e’stata eseguita in Francia, in Provenza, dove Ad Hoc e’ molto apprezzata come orchestra ospite.

Ad Hoc oltre ad offrire ai suoi partecipanti la possibilita’ di far conoscere al pubblico  la musica a fiato olandese cerca anche il modo di promuovere in modo originale la musica offrendo tour/vacanza con ineressanti programmi musicali e concerti tenuti in posti suggestivi.

Per realizzare questa missione, Ad Hoc crea un rapporto equilibrato tra performance e relax. In altre parole, musica eseguita ad alto livello, in uno scenario informale. Allo stesso tempo, offre ai partecipanti il vantaggio di combinare musica con attivita’ vacanziere. Naturalmente il repertorio, la maggior parte del quale comprende musica per fiati contemporanea, dal Barocco al Rock, gioca un ruolo predominante , il nostro slogan riassume tutto cio’ : “Qualcosa per Tutti” . Ad Hoc aspira ad essere una piattaforma dove musicisti a livello amatoriale possono lavorare con professionisti ed imparare gli uni dagli altri.

Ogni musicista in Olanda ha l’ opportunita’di entrare a far parte dell’ orchestra per il tour annuale. Ad Hoc ricerca con perizia la cornice perfetta per i suoi concerti, per esempio: sotto i rami di una quecia antica in una piazza rurale oppure su podii appositamente costruiti. Il nostro repertorio è selezionato in modo da suscitare emozioni nello spettatore. Ai musicisti viene data la possibilita’di immergersi nella cultura locale attraverso tour turistico/storici.

Inoltre, per enfatizzare l’impegno sociale dell’ orchestra, almeno uno dei concerti viene dato in una localita’ speciale, ad esempio in ospedali o istituzioni per disabili.

Struttura

La completa organizzazione del tour e’ nella mani del Consiglio di Ad Hoc. Il Consiglio di amministrazione e’ formato da un presidente, un tesoriere e un segretario. Inoltre ci sono tre membri che sono responsabili rispettivamente del repertorio, relazioni pubbliche, media e comunicazioni e contatti con i partecipanti. Il Consiglio e’ responsabile sia dei piani a lungo che a breve termine e supervisiona tutte le attività della fondazione.

Per garantire e migliorare le prestazioni di Ad Hoc, I partecipanti devono compilare ogni anno un questionario, il tour del 2008 e’stato valutato dai partecipanti con un voto medio di 7,9!

L’orchestra

Ad Hoc e’una grande orchestra sinfonica a fiati che viene ricomposta ogni anno per un tour. Ci sono circa 65 musicisti, eta’ media 25/27 anni  che dopo brevi ma intense prove, vanno in tour per 10 gioni soltanto. (in luglio). Dopo il tour l’ orchestra viene completamente sciolta e il processo di recrutare nuovi membri per il concerto dell’ anno successivo ricomincia quasi subito. Inizialmente i musicisti provenivano dalla provincia di Breda. Col tempo l’importanza del luogo di origine dei musicisti stessi e’ venuta meno e, oggi arrivano da ogni parte del Paese (dal Limburgo nel sud alla Frisia nel nord).

Siti dei concerti

Suonare all’ aperto e’ la scelta ideale per mantenere la sensazione di essere in vacanza, preferibilmente in piazze rurali dove di solito la gente si raduna. Altrimenti, podii costruiti per l’occasione sono una valida alternativa. Se necessario, ad esempio per motivi metereologici, i concerti posssono essere spostati al chiuso. L’interazione tra orchestra e pubblico è vista in modo molto positivo ed importante.

In media circa 400 persone assistono ai concerti di Ad Hoc, spesso in numero maggiore. Ad ogni concerto cerchiamo di incantare gli spettatori che, come gesto di apprezzamento,  ripagano l’orchestra e il suo direttore con lunghi ed entusiasti applausi.

Repertorio:

Il repertorio di Ad Hoc abbraccia una vasta gamma di  lavori e composizioni che possono essere descritte come “ dal Barocco al Rock”. Il completo spettro  di tempo puo’essere consultato nel programma .

All’ interno del repertorio si lascia sempre spazio per musica locale e questo e’ sempre apprezzato dal pubblico. Questo incoraggia il Direttore artistico a compilare un programma originale nel quale si contempla sia il proprio repertorio che quello di compositori stranieri.

Per esperienza possiamo dire che suonare un repertorio straniero e’ moltro istruttivo e innovativo per I musicisti.

Infine e’ importante menzionare che e’ tradizione includere nel programma non solo nostri solisti ma anche originali arrangiamenti musicali composti ed eseguiti dai nostri musicisti .